Cosa sapere sulla fascite necrotizzante

La fascite necrotizzante è un’infezione batterica grave ma rara. È anche noto come malattia che mangia carne.

La fascite necrotizzante si verifica quando i batteri entrano in una ferita e causano un’infezione cutanea che può diffondersi rapidamente attraverso i tessuti profondi nel corpo.

esso è raro negli Stati Uniti, che colpisce circa 0,4 su ogni 100.000 persone.

In questo articolo, diamo un’occhiata da vicino alla fascite necrotizzante, comprese le sue cause, i sintomi, la diagnosi e il recupero. Discutiamo anche come prevenire e trattare questa infezione.

Cos’è?

La fascite necrotizzante è un’infezione batterica rara ma grave. Si verifica quando i batteri distruggono i tessuti nel profondo del corpo.

La parola "necrotizzante" significa che l’infezione provoca la morte del tessuto corporeo, mentre la "fascite" si riferisce all’infiammazione dei tessuti profondi. Questi includono la fascia, che sono i tessuti che circondano i muscoli, i nervi e i vasi sanguigni.

La fascite necrotizzante è una condizione molto grave e le complicazioni – che possono includere sepsi, shock e insufficienza degli organi – sono comuni. Anche con il trattamento, fino a 3 persone su 3 possono morire per l’infezione.

Tuttavia, una diagnosi precoce e precoce e un rapido trattamento antibiotico possono fermare questa infezione.

Cause

Molti tipi di batteri possono causare fascite necrotizzante. Il più comune è lo streptococcus di gruppo A, lo stesso batterio che provoca gola di stretta.

Il gruppo A Streptococcus è anche responsabile di alcune infezioni della pelle e alcune rare malattie gravi, tra cui la sindrome da shock tossico.

Altri batteri che possono causare fascite necrotizzante includono Klebsiella, Clostridium, Escherichia coli e alcuni batteri a base d’acqua, come Vibrio vulnificus.

I batteri possono entrare attraverso rotture nella pelle, che possono derivare da:

  • tagli o graffi
  • Bite di insetti
  • Ferite chirurgiche
  • Burns

Negli Stati Uniti, il gruppo A Streptococcus ha causato 700-1.200 casi di necrotizzazione fascite ogni anno dal 2010.

In rare occasioni, le persone possono ottenere questa infezione senza subire una lesione che rompe la pelle.

La persona può essere esposta ai batteri con il contatto diretto con Un vettore o i batteri possono già essere presenti sul corpo.

Sintomi

Le infezioni da fascite necrotizzanti possono sorgere improvvisamente e diffondersi rapidamente. I sintomi possono iniziare a poche ore dalla lesione.

I primi segni e sintomi della fascite necrotizzante includono:

  • Sintomi simili all’influenza, come febbre, mal di gola, nausea, diarrea, dolori del corpo e brividi
  • Grave dolore nell’area interessata che può assomigliare al dolore di un muscolo strappato
  • Redness attorno al sito di infezione che si diffonde rapidamente
  • A volte, ulcere o vesciche

Se i batteri sono profondi all’interno del tessuto, i segni di infiammazione potrebbero non essere evidenti nelle prime fasi. Il dolore che sembra sproporzionato con il rossore è un segnale di avvertimento della fascite necrotizzante. La pelle può eventualmente diventare gonfio, lucido e calda da toccare.

Se l’infezione continua, la persona può sperimentare

  • Disidratazione
  • Una frequenza cardiaca rapida
  • Bassa pressione sanguigna

Il dolore può, nel tempo, diventare meno quando i batteri distruggono i tessuti e i nervi. Se l’infezione colpisce gli organi vitali, la persona può provare confusione o sentirsi delirante.

Senza un trattamento efficace, la condizione può portare a shock e può essere fatale.

Fattori di rischio

Sebbene chiunque possa ottenere un’infezione da fascite necrotizzante, è più probabile che colpiscano alcune persone rispetto ad altre.

Una condizione di salute sottostante che indebolisce il sistema immunitario può aumentare il rischio di infezione.

La maggior parte di coloro che sviluppano l’infezione hanno il diabete e una storia di disturbo da uso di alcol. Anche le persone con cirrosi epatica sono più a rischio.

Nei bambini piccoli, questa infezione può essere una rara complicazione di varicella.

La fascite necrotizzante facciale è estremamente rara, ma può verificarsi a causa di fattori dentali o problemi con i seni o tonsille. L’acne può anche consentire l’infezione.

Diagnosi e trattamento

I medici possono spesso diagnosticare la fascite necrotizzante prendendo un campione di tessuto e inviandolo a un laboratorio per i test. Possono anche esaminare le analisi del sangue e utilizzare scansioni di imaging, come scansioni TC o MRI, per ispezionare l’area danneggiata.

L’infezione può essere difficile da rilevare nelle prime fasi. Se la fascite necrotizzante inizia in profondità sotto la pelle, la persona potrebbe non ricevere una diagnosi accurata per qualche tempo.

Se il medico sospetta la fascite necrotizzante, darà immediatamente la terapia antibiotica per via endovenosa. La persona rimarrà nell’unità di terapia intensiva (ICU) durante il trattamento.

La fascite necrotizzante si diffonde rapidamente e può causare una vasta morte tissutale, quindi un trattamento rapido è cruciale. La rilevazione precoce riduce al minimo la necessità della rimozione chirurgica della pelle e dei tessuti molli e riduce il rischio di shock tossico.

A volte potrebbe essere necessario un intervento chirurgico di emergenza per rimuovere il tessuto infetto. Questo intervento chirurgico può impedire alla diffusione dell’infezione. In casi avanzati, la persona potrebbe aver bisogno di un intervento chirurgico di amputazione degli arti.

Recupero

Quando i medici sono fiduciosi di aver trattato l’infezione, il processo di recupero comporta una terapia fisica estesa e psicologica a lungo termine e guarigione emotiva.

Il team sanitario aiuterà a prendersi cura della ferita. Le persone con una grande ferita aperta possono aver bisogno di innesto cutaneo o chirurgia di ricostruzione. Il trattamento con ossigeno iperbarico può essere una terapia supplementare benefica per questi individui.

Gli esperti hanno collegato alcuni ceppi di streptococco a una prospettiva scarsa. Altri fattori che influenzano le prospettive e i tempi di recupero di una persona includono:

  • Age più avanzata
  • Diabete non controllato
  • Un sistema immunitario soppresso
  • Chirurgia ritardata

Prevenzione

L’infezione si verifica principalmente nelle persone con ferite a seguito di un intervento chirurgico o lesioni. Le persone possono prevenire le infezioni della pelle attraverso un’adeguata cura delle ferite, il che è essenziale, non importa quanto minore sia la ferita.

Sebbene la fascite necrotizzante sia rara, le persone dovrebbero vedere un medico immediatamente se si verificano sintomi precoci di infezione della ferita dopo lesioni o chirurgia. Questi includono:

  • Redness, calore o gonfiore nella pelle che si diffonde rapidamente
  • Dolore grave
  • Fever

L’igiene adeguata può aiutare a prevenire le infezioni della pelle. Le buone pratiche da adottare includono:

  • Pulizia tutte le ferite che rompono la pelle con acqua e sapone
  • Coprendo ferite aperte con bendaggi puliti e asciutti dopo averle pulite
  • Lavare le mani spesso con acqua e sapone o usare gel a base di alcol quando il lavaggio non è possibile
  • Evitare di passare il tempo in vasche idromassaggio, piscine, laghi o fiumi con una ferita aperta o un’infezione della pelle

La fascite necrotizzante non è di solito contagiosa. La maggior parte dei casi si verificano in modo casuale ed è raro che qualcuno lo cattura da un’altra urogun recensioni vere persona.

Negli Stati Uniti, i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) utilizzano un sistema chiamato sorveglianza attivo del nucleo batterico per monitorare i casi di fascite necrotizzante a causa del gruppo A Streptococcus. I dati mostrano che l’incidenza non sembra aumentare.

La fascite necrotizzante è un’infezione batterica rara ma grave con un alto tasso di mortalità. In genere si verifica dopo che una persona ha subito una ferita attraverso un intervento chirurgico o lesioni.

La diagnosi precoce e il trattamento migliorano notevolmente le prospettive di una persona. Pertanto, chiunque abbia sintomi di fascite necrotizzante dovrebbe vedere immediatamente un medico.

  • Malattie infettive/batteri/virus

Notizie mediche oggi ha linee guida di sourcing rigorose e disegni solo da studi peer-reviewed, istituti di ricerca accademica e riviste e associazioni mediche. Evitiamo di usare riferimenti terziari. Colleghiamo fonti primarie – compresi studi, riferimenti scientifici e statistiche – all’interno di ogni articolo e le elenchiamo anche nella sezione Risorse in fondo ai nostri articoli. Puoi saperne di più su come garantiamo che i nostri contenuti siano accurati e attuali leggendo la nostra politica editoriale .

Contents

Bitnami